Apparecchio fisso - CEMED centro medico dentistico - Bergamo & Cremona

Vai ai contenuti

Menu principale:

Apparecchio fisso

Cosa devo fare > Uso e manutenzione


Durante la prima settimana è normale sentire un po’ di fastidio o di dolore
Durante la prima settimana,  fastidi nella parte interna delle guance e delle labbra a causa dello sfregamento delle parti sporgenti dell’apparecchio, è normale, per alleviare il fastidio puoi usare la cera ortodontica.
Se l’estremità di un filo irrita la tua bocca, coprilo con un pezzetto di cera ortodontica.  In ogni caso chiama lo studio per fissare un appuntamento.
Se si stacca un attacco non ti preoccupare, è un emergenza minore.Chiama lo studio per riattaccarlo
Se si rompe un filo devi chiamare lo studio rapidamente. Nel frattempo usa un po’di cera ortodontica (la trovi in farmacia) per coprire le estremità sporgenti.

Istruzioni per l' Igiene Orale

La presenza di un apparecchio ortodontico fisso rende più difficoltosa la pulizia dei denti, favorisce l’accumulo di placca intorno agli attacchi e crea nicchie ritentive che favoriscono la colonizzazione batterica e può favorire la demineralizzazione dello smalto e la formazione delle carie nonchè l’infiammazione delle gengive.
E', quindi, necessaria un'igiene orale domiciliare che deve essere continua e rigorosa.

Gli strumenti necessari per una corretta igiene orale con l’apparecchio ortodontico sono:

Spazzolino Ortodontico:

per la pulizia dell’apparecchio fisso sono stati sviluppati appositi spazzolini ortodontici che si adattano alle sporgenze degli attacchi avendo le setole della fila centrale più basse così che le setole delle file esterne contribuiscono a pulire anche la superficie del dente attorno all’attacco.
                                         Come usare  lo spazzolino:

   posizionate lo spazzolino obliquamente rispetto ai denti, formando un angolo di 45°
   pulite i denti dietro l’arco ortodontico, facendo passare le setole dello spazzolino sia da sopra che da sotto l’arco
   muovete lo spazzolino delicatamente formando dei piccoli cerchi, pulendo bene sia i denti che gli attacchi ortodontici
   spazzolate bene anche le gengive e la lingua
   alla fine della pulizia controllate denti, gengive e attacchi da vicino con uno specchio ben illuminato; gli attacchi, dovrebbero essere lucidi e le gengive di colore rosa chiaro


Filo interdentale
:
l’uso del filo interdentale è ostacolato dalla presenza dell’apparecchio.
Per questo motivo si consiglia l’utilizzo di un filo interdentale Superfloss
, che presenta un’estremità rigida che facilita il suo inserimento negli spazi interdentali al di sotto dell’arco.
L’efficacia del filo interdentale è inoltre limitata dall’impossibilità di detergere l’area di contatto e dal fatto che può essere intralciato o sfilacciato se l’arco è fissato agli attacchi con legature metalliche invece che con elastici.
Per questo motivo è preferibile usare un filo interdentale rivestito da uno strato spugnoso.

                                             come usare il filo interdentale:

   passate il filo interdentale tra dente e dente, facendolo scorrere sotto l’arco ortodontico, pulendo poi la zona gengivale
   strofinate il filo interdentale lungo la superficie dei denti e delicatamente attorno agli attacchi, cambiando il filo quando sporco


Altri strumenti utili per una corretta igiene orale sono:
Scovolino
: viene utilizzato per pulire le superfici laterali degli attacchi sotto il filo ortodontico e gli spazi interdentali larghi in sostituzione del filo interdentale
Idropulsore:
strumento che crea un getto d’acqua concentrato per aiutare a rimuovere i residui di cibo dai denti. Si utilizza soprattutto per raggiungere zone altrimenti difficili da pulire, in modo da ridurre il rischio di gengiviti. Non sostituiscono comunque l’uso di spazzolino e di filo interdentale
compresse rivelatrici di placca:
sciogliendole in bocca, colorano in maniera più evidente i punti dove c’è maggior accumulo di placca, indicando dove insistere con la pulizia
collutorio al fluoro:
il fluoro, combinandosi con lo smalto dei denti, aiuta a proteggerli dal rischio di carie.
sveglietta: Serve la sera per controllare il tempi di pulizia.

Ricorda: una corretta pulizia devo durare almeno 3 minuti

 
Torna ai contenuti | Torna al menu